Crea sito

A Natale Custonaci diventa museo etnoantropologico animato.

A Natale Custonaci diventa museo etnoantropologico animato

Anche quest’anno si rinnova la magia del Natale con il Presepe vivente di Custonaci, un viaggio nel tempo tra gli antichi mestieri siciliani. Mancano pochi giorni infatti alla suggestiva tradizione, giunta ormai alla 38^ edizione, in programma a Custonaci dal 25 al 29 dicembre e dal 4 al 6 gennaio 2020.

Dentro la grotta Mangiapane sarà così possibile ammirare uno dei più grandi eventi di valorizzazione delle tradizioni popolari siciliane. E accanto alla nascita di Gesù e della Sacra Famiglia, all’interno del pittoresco borgo Scurati disseminato di piccole abitazioni rurali, si potranno osservare ambienti perfettamente ricostruiti con suoni e odori dell’epoca.

Oltre 150 figuranti tra i quali veri e propri artigiani animeranno il presepe riproponendo lavori in parte ormai scomparsi: il ramaio, lo scalpellino, il fabbro, il maestro d’ascia, il vasaio e il cantastorie, ma anche quelli di cui ormai si è persa ogni traccia come il cunza piatta e lemma (che riparava gli oggetti in terracotta rotti) e lo zabbarinaru (che intrecciava filamenti di agave).

Un museo etnoantropologico animato che ha attirato nella “Città mediterranea del Natale” ogni anno mediamente circa 10mila visitatori, per un totale di oltre 400mila presenze, richiamando l’interesse dei media ben oltre i confini dell’Isola.

Motivo di attrazione per i turisti anche il centro storico arricchito da un fitto cartellone di eventi: protagonisti i mercatini di Natale accompagnati dalle musiche dei zampognari, mostre di artigianato e la degustazione di prodotti tipici.

“A parte l’evento della Natività, al centro di tutto, il presepe rappresenta un’occasione unica per la riscoperta degli antichi mestieri siciliani – afferma il presidente dell’Associazione culturale Museo vivente, Leonardo Pipitone – Perché il nostro presepe si ispira all’arte e alla cultura contadina di fine ‘800 e tutti i personaggi indossano abiti e utilizzano suppellettili di quel periodo”.

La biglietteria del Presepe Vivente sarà aperta nel centro storico di Custonaci, dalle 16 alle 20, tranne il 25 dicembre, che chiuderà alle 19.

Il ticket costa 5 euro per i bambini dai 4 ai 10 anni, 10 euro per gli adulti, gratis per i bambini da zero a 3 anni. I tagliandi si possono acquistare anche sul sito www.presepecustonaci.it. Al momento dell’acquisto del biglietto sarà necessario specificare l’orario di ingresso per fasce orarie (16-17, 17-18, 18-19, 19-20). Per ogni intervallo sono disponibili fino a 500 biglietti.

Il costo del biglietto comprende il servizio navetta dal centro storico alla Grotta e viceversa, la visita del presepe con degustazione di prodotti tipici e la possibilità di visitare il Santuario Maria SS. di Custonaci e il Museo “Arte e Fede”.

(fonte TNS Sicilia)

Precedente Compie 180 anni la linea Napoli–Portici e Google lo ricorda con un doodle Successivo Le Vie dei Tesori: a Natale concerti nei luoghi del cuore.